CAT Conferenza Associazioni Tecniche del Cantone Ticino
Chi siamo
Stampa

Statuto

STATUTO DELLA CONFERENZA DELLE ASSOCIAZIONI TECNICHE DEL CANTONE TICINO

TITOLO   1

Nome, sede, scopo 

Art. 1

La Conferenza delle Associazioni Tecniche del Cantone Ticino (CAT) è un’associazione di diritto privato ai sensi degli art. 60 e segg. del Codice civile svizzero. Essa è indipendente, senza fini di lucro, costituita a tempo indeterminato, con sede presso il Segretariato CAT.

Art. 2

La CAT ha i seguenti scopi:

 

a)   tutelare e promuovere gli interessi comuni dei soci, ovvero delle associazioni che la compongono (in seguito: associazioni)

b)   coordinare le attività e le azioni delle associazioni

c)    promuovere l’informazione e il dibattito fra le associazioni sull’esercizio delle arti tecniche e sui temi emergenti, in particolare negli ambiti professionale, culturale, giuridico e padronali 

d)   informare e proporsi quale interlocutrice nei confronti delle Autorità e di tutti gli altri enti pubblici e privati sui temi che interessano le arti tecniche, in particolare negli ambiti di cui alla precedente lett. c).

Le associazioni non sono vincolate ai principi e alle decisioni della CAT, qualora fossero in contrasto con quelli delle rispettive associazioni nazionali.

Ogni associazione mantiene la propria autonomia nel suo ambito di attività, e può segnatamente liberamente interloquire con altre, in particolare su temi di interesse comune.

TITOLO 2

Associazioni (soci)

Art. 3

La CAT è composta dalle seguenti Associazioni (soci):

ASIAT
Associazione studi d'ingegneria e d'architettura del Canton Ticino

ATRA
Associazione Tecnici Riconosciuti Antincendio

CSEA Collège Suisse des Experts Architectes, Gruppo regionale svizzero-italiano

FAS Federazione architetti svizzeri, sezione Ticino

FSU
Federazione svizzera degli urbanisti, sezione Ticino

OTIA
Ordine degli ingegneri e degli architetti del Canton Ticino

SIA
Società svizzera degli ingegneri e degli architetti, sezione Ticino.

SWISS ENGINEERING Associazione Tecnica Svizzera, sezione Ticino 

Potranno entrare a far parte della CAT anche altre associazioni aventi come soci professionisti attivi nei campi dell'architettura, dell'urbanismo e dell'ingegneria e che perseguano scopi conformi a quelli della CAT.

L’ammissione di nuovi soci è di competenza dell'Assemblea dei Presidenti.

TITOLO 3

Organi dell’Associazione

Art. 4

Gli organi della CAT sono:

a) L'Assemblea dei Presidenti (AP), in qualità di Assemblea dei soci

b) il Consiglio operativo (CO), in qualità di Comitato

c) l’Ufficio di Revisione

Il CO è presieduto da un Presidente e la CAT dispone di un Segretariato, amministrato dal Segretario.

CAPO  I

L’Assemblea dei presidenti (AP)

Art. 5

L'Assemblea dei soci, denominata Assemblea dei Presidenti (AP), è composta da un delegato per ogni associazione affiliata a CAT, nella persona del rispettivo Presidente.
In caso di sostituzione del Presidente di un’associazione, il nuovo subentra automaticamente quale sostituto. Ciascun delegato ha diritto a un voto e non gli è consentito il cumulo dei voti (non può rappresentare altre Associazioni).
L'AP è presieduta dal Presidente, il quale ne dirige i lavori.

Art. 6

La AP delibera di regola sulla base di proposte del CO ed ha le seguenti competenze:

a)   ratifica annualmente la nomina dei membri del CO e, fra questi, del Presidente e del Vice Presidente, secondo quanto stabilito all’art. 13;

b)   nomina l’Ufficio di Revisione;

c)    approva i conti consuntivi, il bilancio annuale e il rapporto di gestione, corredati dal rapporto dell’Ufficio di Revisione, dando scarico agli organi sociali;

d)   discute e delibera sugli oggetti di rilevante interesse per la CAT, che le vengono sottoposti dal CO;

e)   decide sulle modifiche dello Statuto;

f)    delibera sulle questioni relative allo scioglimento della CAT.

Art. 7

Nel corso dell’anno l’AP si riunisce una volta in via ordinaria e, di regola, tre ulteriori volte, secondo un programma definito all’inizio dell’anno civile.

Essa può inoltre essere ulteriormente convocata per iniziativa del CO o su richiesta scritta, da indirizzare a quest’ultimo, di un delegato.

La AP viene convocata dal CO, con menzione dell’ordine del giorno, con un preavviso di almeno 20 giorni.

Art. 8

Le delibere della AP avvengono per alzata di mano.

Se nessun delegato si oppone, sugli oggetti di cui all’art. 6 lett. d) e f) le decisioni possono anche essere prese per circolazione, in particolare tramite fax o posta elettronica.

Le decisioni della AP sono adottate a maggioranza semplice dei presenti. Fanno eccezione la modifica dello statuto e lo scioglimento dell’Associazione, per i quali occorre una maggioranza qualificata dei due terzi di tutti i delegati.

CAPO   II

Il Consiglio operativo (CO)

Art. 9

Il Comitato, denominato Consiglio operativo (CO), è composto dai Presidenti dell’ASIAT, dell’OTIA e della SIA. In caso di sostituzione del Presidente di un’associazione, il nuovo subentra automaticamente nel CO.

Il CO si riunisce secondo le necessità, di regola una volta al mese, secondo un programma definito all’inizio dell’anno civile.

Esso può inoltre essere ulteriormente convocato per iniziativa del Presidente o su richiesta scritta, da indirizzare a quest’ultimo, di un altro membro del CO.

Il CO è convocato dal Presidente, di regola con un preavviso di almeno 10 giorni.

L'ordine del giorno è trasmesso pure agli altri soci. Essi hanno il diritto di partecipare alle sedute del CO tramite il loro Presidente o un membro di Comitato.

Art. 10

Il CO è l’organo esecutivo e tratta gli affari correnti così come ogni oggetto che non rientri nelle competenze specifiche dell'AP.

In particolare

a)     cura il conseguimento degli scopi statutari, nel rispetto 
delle delibere dell'AP;

b)     assicura la direzione e il coordinamento delle attività 
della CAT;

c)      rappresenta la CAT verso i terzi, secondo quanto 
stabilito dallo statuto;

d)     vigila sulla gestione del patrimonio sociale;

e)     stabilisce l'ordine del giorno da sottoporre all'AP e 
assicura l’esecuzione delle sue decisioni;

f)       allestisce annualmente i conti consuntivi, il bilancio e il 
rapporto di gestione annuale; 

g)      può nominare, quando lo ritiene opportuno, consulenti 
o Commissioni interne, ricorrendo eventualmente all’ausilio di specialisti esterni;

h)     nomina il Segretario, anche su proposta dell’AP.

Art. 11

Il CO si organizza autonomamente.

Esso adotta le proprie decisioni a maggioranza semplice. In caso di parità prevale il voto del Presidente.
Le decisioni possono anche essere prese per circolazione, in particolare tramite fax o posta elettronica.

Delle decisioni del CO viene tenuto un verbale, che viene pure trasmesso agli altri soci.

Art. 12

Verso terzi, la CAT è vincolata dalla firma collettiva a due.

CAPO   III

Il Presidente

Art. 13

Il Presidente della CAT è nominato dall'AP per un periodo di tre anni. Esso è rieleggibile per un ulteriore periodo di tre anni.

Le medesime modalità valgono per la nomina del Vice Presidente.

Il Presidente garantisce il flusso delle informazioni e coordina e organizza, con l'aiuto del Segretariato, l’intera attività dell'AP e del CO.

CAPO   IV

L’Ufficio di Revisione

Art. 14

L’Ufficio di revisione si compone di due revisori e un supplente, nominati dalla AP per periodi triennali e rieleggibili. Esso controlla i conti sociali e rassegna un rapporto scritto alla AP.

CAPO   V

Il Segretariato e il Segretario

Art. 15

La CAT dispone di un Segretariato, che lavora sotto la direzione e sorveglianza del Presidente e secondo un quaderno d'oneri definito dal CO.

Il Segretariato è amministrato dal Segretario.

Il Segretario svolge le attività definite dal CO/AP tramite lo specifico quaderno d’oneri e delle singole decisioni dei due organi.

TITOLO 4

Esercizio - contributi - responsabilità

Art. 16

L’esercizio sociale annuale comincia il 1. gennaio e si chiude il 31 dicembre di ogni anno.

Art. 17

La tassa sociale annuale è di Fr. 500 per ogni associazione.

I costi supplementari del Segretariato sono assunti dall’ASIAT, dall’OTIA e dalla SIA, secondo una ripartizione concordata fra queste associazioni.

Art. 18

La CAT risponde dei propri impegni unicamente col patrimonio sociale: resta pertanto esclusa ogni responsabilità delle singole associazioni.

TITOLO 5

Dimissioni ed esclusione delle associazioni

Art. 19

Le dimissioni possono essere rassegnate mediante lettera raccomandata al CO per la fine di un anno civile, col preavviso di 6 mesi. 

Art. 20

L’esclusione di un’associazione può essere decretata per gravi motivi dalla AP, su proposta del CO.

Art. 21

L’associazione dimissionaria o esclusa perde ogni diritto sul patrimonio sociale, fermo restando l’obbligo suo di versare l’intera tassa fino all’effettiva uscita dalla CAT.

TITOLO 6

Disposizioni varie e finali

Art. 22

Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto, valgono le disposizioni del Codice civile svizzero sulle associazioni.

Il CO ha tuttavia facoltà di emanare un regolamento interno che definisca meglio i rapporti fra i vari organi sociali e le rispettive competenze.

Art. 23

Il presente statuto è entrato in vigore con l’approvazione da parte dell’Assemblea Generale del 12.09.1996, annullando il precedente contratto di società semplice del 27.09.1984, aggiornato il 18.06.1986, e il regolamento della Camera Tecnica del Canton Ticino del 27.09.1984.

Lo statuto è stato modificato dalle assemblee generali del 29.01.2001, del 07.09.2004 e del 26.09.2013.

 

downloadCAT_statuto_vers.26.09.2013pdf, 206 KB


Calendario / Eventi

Comunicati

Comunicato stampa: Architetti e ingegneri: la nuova CAT è realtà

Comunicato ai soci: risposta USTRA su delibera del Lotto 001, prestazioni di direzione Locale dei Lavori, N2 EP 22 Campaccio

Calendario / Eventi

Gi 19.10.2017
Invito Conferenza 3° ponte sul Bosforo, dal titolo "Collegare i continenti" di Thierry Delémont e Cerimonia di consegna degli attestati-Premio ASIAT

CAT
Conferenza delle Associazioni
Tecniche del Cantone Ticino
Via Lugano 23  
6500 Bellinzona

Tel. +41 91 825 55 56 
Fax +41 91 825 55 58
e-mail: info@cat-ti.ch